• Mi trovi su:

Ciao io sono Carlo, benvenuti nel mio Blog.

16.06.2014

Il 5° punto.

 
grillo_farage
16 giugno 2014

Il 5° punto.

16 giugno 2014

Qualche mese fa ho abbastanza insistito sui vari social network che frequento con alterne fortune su un punto specifico: il 5° punto del NON-STATUTO del Movimento 5 Stelle. L’ho fatto in tempi assolutamente non sospetti, prima ancora delle elezioni politiche 2013, che hanno rappresentato assieme il boom e la consacrazione politica almeno per la ribalta […]

Qualche mese fa ho abbastanza insistito sui vari social network che frequento con alterne fortune su un punto specifico: il 5° punto del NON-STATUTO del Movimento 5 Stelle.
L’ho fatto in tempi assolutamente non sospetti, prima ancora delle elezioni politiche 2013, che hanno rappresentato assieme il boom e la consacrazione politica almeno per la ribalta nazional-popolare del suddetto movimento.

Ecco, ora tutto ha senso.

Da quando hanno proposto a Farage, leader politico di UKIP, nota formazione vincitrice delle elezioni europee in UK e altrettanto nota per essere xenofoba e razzista, di fare alleanza assieme (con un discutibilissimo metodo di votazione “diretta”), tutto ha drammaticamente senso.

Ho dovuto aspettare quasi un anno e mezzo per avere la mia conferma.
Il punto era, ed è, questo malinteso senso di movimento (parola che per me è spesso stata sinonimo di movimento di extra-sinistra) promotore di istanze ecologiste, di decisioni orizzontali e derivate dalla democrazia diretta. Insomma di malinteso, ma per chi lo guardava da fuori e un po’ distrattamente, c’era un’attribuzione geografica nell’universo di sinistra. Non che non mi avesse avvisato Wu Ming con la sua analisi sul M5S.

Per caso a suo tempo mi misi a leggere questo curioso non-documento che dovrebbe rappresentare l’elemento basilare per l’adesione al suddetto MoVimento. Curiosamente al punto 5° trovate tuttora scritto che

Il MoVimento è aperto ai cittadini italiani maggiorenni che non facciano parte, all’atto della richiesta di adesione, di partiti politici o di associazioni aventi oggetto o finalità in contrasto con quelli sopra descritti…

Tratto dal NON STATUTO del MoVimento 5 Stelle

Fino a prova contraria questa pratica è abbastanza bizzarra. Se la leggiamo attentamente c’è scritto letteralmente che solo chi è in possesso della cittadinanza italiana può fare richiesta di adesione.

Significa che Samir Dimitrescu (nome di assoluta fantasia) cittadino dell’est europeo, residente in Italia da tanti anni e voglioso di dare il suo contributo politico per il paese in cui vive e paga molte delle sue tasse, ecco lui si attacca al tram.
Perché la cittadinanza italiana non è un orpello che lui possiede.

Mi chiederanno i simpatizzanti “Ma perché il PIDDIMENOELLE che fa?”

Questo:

Per «iscritti/iscritte» si intendono le persone che, cittadine e cittadini italiani nonché cittadine e cittadini dell’Unione europea residenti ovvero cittadine e cittadini di altri Paesi in possesso di permesso di soggiorno, si iscrivono al partito sottoscrivendo il Manifesto dei valori, il presente Statuto, il Codice etico, e accettando di essere registrate nell’Anagrafe degli iscritti e delle iscritte oltre che nell’Albo pubblico delle elettrici e degli elettori.

Tratto dal NON STATUTO del MoVimento 5 Stelle

Farsi dare delle lezioni di sinistra e di democrazia dal PD, pensavo, non è il massimo. Ma è ovvio: mi sbagliavo. Il M5S con la democrazia e con i diritti non c’entra niente. È oltre la democrazia, e i diritti.

Category: Amenità
Category: Brand Strategy
Category: Co-Design
Category: Crowdfunding
Category: Customer Experience
Category: E invece no
Category: Experience Design
Category: Grillismi
Category: Hackathon
Category: Innovazione
Category: link
Category: Mobile
Category: Mobilità
Category: Open Source
Category: Paria inter pares
Category: photo
Category: quote
Category: regular
Category: Riflessioni
Category: Sicurezza
Category: Speech & Design
Category: Street Art
Category: Training
Category: Usability pills
Category: video
Category: we are nois3