Ci ho messo tanto tempo, e per altrettanto tempo ho demandato questo lavoro a tumblr. Convinto, magari a ragione, che stare in una piattaforma che fosse già social sarebbe stato un vantaggio, persino un miglioramento.
Ma poi da bravo fanatico del DIY e convinto sostenitore delle soluzioni web e tecnologiche che stiamo usando da qualche tempo a nois3, ho deciso che era il momento di sperimentare l’ebbrezza di costruirselo il proprio blog.
Anche per avere quel parco giochi in cui divertirsi a testare delle soluzioni che è prematuro mettere su un sito istituzionale o aziendale, ma che nonostante tutto è giusto provare.